Per le SCUOLE


CatturaTeatrabile realizza progetti di promozione della pratica teatrale con corsi di teatro (oltre che spettacoli ) per gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

Il teatro è visto come mezzo per l’aggregazione, come diritto alla libera espressione dell’uomo, come attivazione della creatività e dei processi di conoscenza e partecipazione.

I laboratori teatrali hanno l’intento di avvicinare gli alunni studenti alle specifiche tecniche del linguaggio teatrale tramite esercizi in forma di gioco.

 


SCUOLE:  

SCARICA QUI

LA BROCHURE PER LE SCUOLE

a.s. 2017/2018

 

Ogni proposta prevede un percorso didattico, condotto da operatori qualificati e conduce ogni alunno alla scoperta delle proprie potenzialità fisiche, vocali, relazionali,comunicative, espressive.

Tutti i corsi possono prevedere, come momento conclusivo, uno spettacolo finale degli alunni, in cui i ragazzi presentino le loro produzioni spettacolari ed artistiche, in una festa teatrale per stare insieme nel segno della creatività.

 Temi dei corsi: esercizi per favorire la concentrazione, la respirazione, la capacità d’osservazione; le tecniche del corpo e della voce; giochi ed esercizi teatrali; controllo del movimento; improvvisazioni con musica e voce; il ritmo: improvvisazione e composizione; le peculiarità del linguaggio del teatro; l’attenzione del pubblico; le tecniche e la storia da raccontare, la scelta dei linguaggi; l’analisi delle necessità pratiche per la messa in scena…

Link:FARE TEATRO A SCUOLA

LINK: http://teatrodellargine.org/site/lang/it-IT/page/45/project/62#

Recent Posts

contributi degli edukartisti- Tiziana Mattei

IMG_3949EDUKARTE-SCUOLA-TERRITORIO

Di TIZIANA MATTEI

La mia presenza agli incontri e alle attività che Edukarte realizza si può brevemente sintetizzare nel desiderio di ricercare e sperimentare con modalità nuove il rapporto tra la scuola il territorio e l’arte, quest’ultima, intesa in tutte le sue molteplici forme espressive (teatro, narrazione, arti figurative….).

Il bisogno di uscire dalle mura scolastiche (ancor peggio dai MUSP!!!), dal teatro convenzionale, dai luoghi consueti per sviluppare menti e pensieri flessibili, ci ha spinto a costruire esperienze sensoriali informali nelle vie della città, nelle chiese meno conosciute o nel monastero della clausura per superare schemi rigidi e stereotipati e, soprattutto, per infondere la capacità di immaginare e di edificare nuove realtà. Edukarte accomuna persone che provengono da esperienze diverse ma, tutte, condividono l’idea di unire la gente comune e farla sentire generatrice di cultura, della cultura della propria città per non dimenticarla e per non ferirla ancor di più.

Altro aspetto interessante che il gruppo di Edukarte cerca di sollecitare è il rapporto tra le istituzioni e il territorio, ovvero la possibilità di vivere tale incontro non solo nel suo aspetto burocratico ma, come occasione per costruire una realtà progettuale condivisa capace di aprire spazi nuovi, spazi che possano sorprendere e stimolare un nuovo pubblico e un nuovo dibattito intorno alla cultura. (Tiziana Mattei).

Vai alla pagina “eduKarte